lunedì, 20 Settembre 2021

Sfruttare le Reti 5G ed Edge per ottimizzare le Smart City: l’esempio di Singapore

Da non perdere

Articolo di Redazione, Mobile Europe

Traduzione di Carlo Minopoli

Un’intervista esclusiva con il signor Lim Chinn Hwa, Senior Director (Smart Nation Platform Solutions), GovTech Singapore.

Quali sono le maggiori sfide che Singapore deve affrontare e dove si colloca la tecnologia in questa dimensione?

Sig. Chinn: Essendo una delle città più densamente popolate al mondo, Singapore è preoccupata per le questioni di sostenibilità urbana e ambientale. Il nostro governo sfrutta e migliora costantemente la nostra infrastruttura digitale avanzata, per consentire una migliore pianificazione urbana e fornitura di servizi pubblici.

GovTech Singapore, l’agenzia che guida la trasformazione digitale del settore pubblico, sta sviluppando la Smart Nation Sensor Platform (SNSP). È una rete di sensori a livello nazionale con tecnologie di supporto per realizzare le iniziative Smart Nation.

Con SNSP, stiamo costruendo tecnologie e servizi fondamentali che raccolgono i dati dei sensori di cui il governo ha bisogno; l’obiettivo è analizzare e contestualizzare i dati su una piattaforma comune. Le intuizioni sono condivise tra gli enti pubblici nel campo della pianificazione ed esecuzione.

Per affrontare sfide complesse come la sostenibilità, è importante che le agenzie governative siano in grado di ottenere dati in tempo reale da una miriade di fonti superando i tradizionali “domini” a silos. L’interoperabilità tra diversi sensori, dispositivi IoT e sistemi IoT contribuisce a un accesso e uno scambio di dati senza interruzioni.

Siamo inoltre concentrati sul miglioramento della qualità della vita per gli abitanti di Singapore, per essere in grado di fornire alla nostra comunità le conoscenze necessarie a prendere decisioni migliori, anche automatizzando i servizi ove possibile. Ad esempio, la nostra agenzia nazionale per l’acqua e il regolatore per il mercato dell’elettricità stanno rispettivamente sperimentando l’uso di contatori intelligenti nelle case dei cittadini, per ridurre la manodopera che serve a leggere i contatori e trasferire i risparmi ai cittadini.

I cittadini avranno anche visibilità dei loro modelli di consumo, così da poter prendere le misure appropriate per moderare la spesa dei servizi pubblici. In definitiva, vogliamo fornire comodità e comfort alla vita delle persone e farlo in modo sostenibile.

In che modo le iniziative hanno aiutato Singapore ad essere competitiva, a proteggere i cittadini durante la pandemia e ad essere più sostenibile dal punto di vista ambientale?

Sig. Chinn: Parlando del contesto di lavoro del mio team per SNSP, siamo stati in grado di aiutare le agenzie governative a sviluppare e implementare rapidamente le applicazioni quando COVID-19 è arrivato a Singapore.

Circostanze impreviste, come la pandemia, richiedono risposte rapide e flessibili. A questo proposito, eravamo in una posizione ideale per creare rapidamente soluzioni COVID-19 utilizzando tecnologie che stavamo già sviluppando per SNSP. Ad esempio, abbiamo sviluppato Project Sensesurround, una piattaforma 3D Command & Control (C2) che unifica i dati (geo) spazio-temporali da molte fonti diverse su un’unica piattaforma.

Abbiamo utilizzato la tecnologia di base di Sensesurround per sviluppare rapidamente SenseOps, un dashboard per operazioni, pianificazione e reportistica di Safe Distancing tra agenzie, che acquisisce dati da diverse fonti e li visualizza su una mappa. Da allora le agenzie utilizzano quotidianamente SenseOps per automatizzare i rapporti e acquisire nuove informazioni e consapevolezza della situazione per una migliore pianificazione e implementazione, consentendo ai funzionari pubblici di rispondere molto più rapidamente alle mutevoli circostanze.

Allo stesso modo, SPOTON, uno scanner termico intelligente e l’utilizzo che abbiamo fatto dello SPOT, un robot quadrupede per il distanziamento sicuro nei parchi, sono stati sviluppati tramite la piattaforma DOSS (Digital Operations Smart Services).

Questa piattaforma utilizza machine / deep learning per payload di sensori intelligenti e gestione della robotica autonoma. Con SPOTON, la combinazione di deep learning e hardware commerciali a basso costo ci ha permesso di sviluppare una soluzione per lo screening della temperatura di massa che è molto più conveniente rispetto alla maggior parte degli scanner termici disponibili in commercio, senza compromettere l’accuratezza.

Al di fuori di COVID-19, abbiamo anche sperimentato il progetto lampione come piattaforma (LaaP) in due distretti a Singapore, dove abbiamo installato sensori su più di 50 lampioni stradali. La sperimentazione LaaP valuta la fattibilità tecnica dell’utilizzo di lampioni esistenti come infrastruttura da montare e sensori di alimentazione per conoscere l’ambiente locale a vantaggio dei cittadini.

Tali sensori includono sensori ambientali per monitorare la qualità dell’aria e il livello dell’acqua, ricevitori GPS per rilevare e verificare la qualità del segnale GPS, nonché videocamere per l’analisi della folla. La sperimentazione testa anche altri casi d’uso, come il rilevamento e il conteggio del numero di dispositivi di mobilità personale (PMD) per la sicurezza pubblica. Le tecnologie e i dati dei sensori vengono utilizzati per facilitare la pianificazione urbana e dei trasporti.

A lungo termine, prevediamo di sviluppare più capacità. La sostenibilità è un obiettivo a lungo termine. Raccogliamo quindi informazioni ambientali, consumo energetico e accessibilità. Attraverso la nostra piattaforma di sensori presenti in edifici intelligenti, lampioni, robot, automatizziamo la raccolta dei dati per pianificare l’utilizzo dell’energia e la sicurezza pubblica.

In che modo Singapore intende utilizzare le nuove funzionalità abilitate dal 5G, come il network slicing o la bassa latenza e le massicce comunicazioni tra macchine?

Sig. Chinn: Il governo di Singapore sta lavorando con l’industria delle telecomunicazioni per implementare reti 5G in tutta la città entro il prossimo anno. Crediamo nel potenziale del 5G e sulla sua capacità di dare un significato alla raccolta dei dati. Molto è stato scritto sui potenziali usi del 5G in domini come la sanità e i veicoli autonomi.

Per quanto riguarda GovTech, abbiamo in programma di lavorare con le agenzie governative per identificare e sviluppare casi d’uso che possono beneficiare della velocità elevata e della bassa latenza della connettività 5G per raggiungere i loro obiettivi. Questi casi d’uso potrebbero includere la robotica, come l’uso di piattaforme di sensori mobili e veicoli aerei senza pilota per operazioni urbane. Prevediamo che nuove applicazioni vengano sviluppate per abilitare ulteriormente “l’intelligenza” della città.

Puoi dirci di più sul robo-dog SPOT di Boston Dynamics che verrà utilizzato a Singapore per operazioni di allontanamento sicuro nei parchi pubblici? Cosa le ha dato l’idea? Quanto successo ha avuto? Le ha dato l’ispirazione per altre implementazioni di tipo robotico in altre aree?

Sig. Chinn: SPOT è stato acquisito da Boston Dynamics prima di COVID-19. Quando abbiamo iniziato con i payload dei sensori utilizzando infrastrutture statiche come i lampioni, ci siamo subito resi conto che avevamo bisogno di una piattaforma mobile accoppiata ad una strategia attiva, piuttosto che passiva, per acquisire più dati.
Un obiettivo a lungo termine di SNSP è quello di sviluppare capacità robotiche, aumentare la portata dell’acquisizione dati dai sensori mobili e utilizzare meccaniche che gli permettano di attivarsi in base a determinate condizioni. Tutto ciò fa parte dell’obiettivo del SNSP di intuire, contestualizzare e agire.

Abbiamo provato SPOT per un periodo di tre settimane a maggio in un parco pubblico a Singapore per supportare operazioni di allontanamento sicuro. Un fattore chiave è stata la capacità e l’autonomia Beyond Visual Line of Sight (BVLOS) sviluppata dal nostro team. Questa funzionalità ha consentito a SPOT di essere controllato da remoto tramite 4G (e in futuro 5G). Con queste capacità già sviluppate, è stato più facile adattare SPOT per l’uso in distanze sicure rapidamente.

SPOT è stato anche sperimentato per la somministrazione di medicinali / forniture senza contatto ai pazienti positivi per COVID-19 in una struttura di isolamento. Il team ha formato il personale medico per utilizzare SPOT a distanza, per ridurre al minimo il contatto con i pazienti infetti.

Prima di COVID-19, il team stava conducendo prove di SPOT con diverse agenzie governative per le loro esigenze operative, inclusa la mappatura del terreno, l’ispezione di edifici strutturalmente non integri ad esempio in ambienti industriali. Il team continua a sviluppare più capacità per SPOT (ad esempio, contare le persone e rilevare coloro che non indossano maschere) che possono essere sfruttate per altri sistemi / usi.

L’utilità di SPOT nella gestione delle pandemie è incommensurabile. Siamo interessati a collaborare con l’industria e la comunità degli sviluppatori per co-creare e scoprire nuovi casi d’uso.

In quali settori sono più importanti queste nuove capacità?

Sig. Chinn: Stiamo ancora sviluppando l’SNSP e le relative tecnologie. Il nostro obiettivo attuale è quello di avere una piattaforma abilitante per le agenzie pubbliche e di lavorare con loro per realizzare e applicare queste tecnologie a casi d’uso inter-dominio.

GovTech sta rendendo disponibile il nostro stack di piattaforme tecnologiche a vantaggio dell’uso del settore pubblico e privato. Un esempio calzante è il software dello scanner termico SPOTON che abbiamo sviluppato. Stiamo lavorando con l’industria per commercializzare il software in modo da poter accelerare SPOTON sul mercato e soddisfare le richieste di uno scanner termico accurato e conveniente.

- Advertisement -spot_img

Talk For

F&NEWS