mercoledì, 04 Agosto 2021

OTTO ITALIANI TRA I GIOVANI RICERCATORI PIÙ PROMETTENTI

Da non perdere

Nella rosa di migliori giovani ricercatori al mondo in oncologia ci sono anche loro: otto italiani – sei donne e due uomini, tra i 29 e i 36 anni – che si sono contraddistinti per i loro studi e che saranno premiati nei prossimi giorni a Chicago, al congresso dell’American Society of Clinical Oncology, con il Conquer Cancer Foundation Merit Award. È un riconoscimento importante, assegnato ogni anno in diversi ambiti dell’oncologia ai primi autori degli studi che portano un reale contributo al proprio campo di ricerca, ed è considerato un trampolino di lancio per la carriera. Li abbiamo raggiunti, per farci raccontare il loro lavoro.

Cominciamo da Emanuela Palmerini, che riceve il Merit Award per la seconda volta consecutiva: è oncologa dell’Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna, dove studia i tumori rari dell’osso. La ricerca che presenterà al meeting dell’Asco è stata condotta sull’osteosarcoma, un tumore raro che colpisce prevalentemente gli adolescenti, per comprendere come mai pazienti con caratteristiche simili e trattati nello stesso modo possano avere prognosi molto diverse.

Continua a leggere l’articolo su Repubblica.it

- Advertisement -spot_img

Talk For

F&NEWS