domenica, 29 Gennaio 2023

Lettera 43 – Claudio Velardi: «La politica è finita, non sa parlare del futuro»

Da non perdere

Claudio Velardi – spin doctor, numero uno della Fondazione “Ottimisti & Razionali” – ne ha mangiata tanta di politica, dagli Anni 90 con Massimo D’Alema fino a oggi con il segretario del Partito democratico Matteo Renzi. Ora, a 64 anni, spiega in tutta tranquillità: «Quindici anni fa avrei detto che della politica non potevo fare a meno, che per me era fondamentale sapere quello che accadeva a Palazzo Chigi o in parlamento. Ma adesso il mondo è cambiato. I politici non sono più capaci di parlare del futuro, e non per colpa loro. La tecnologia ha vinto, il progresso ha vinto. Ora, a dire la verità, sono più interessato alle politiche del mio condominio, al limite alla situazione dei trasporti della città in cui vivo».

«FALSA RAPPRESENTAZIONE DELLA REALTÀ». Velardi in questi mesi ha lanciato una Fondazione che di fatto si prefigge di abbattere un pensiero unico dominante, spesso catastrofista, che vede solo crisi economiche devastanti, pandemie, stragi e guerre. L’incipit è chiaro: «Il mondo che abitiamo viene descritto come violento, insicuro e ingiusto, destinato alla decadenza, proiettato verso un futuro peggiore di un presente difficile e di un passato descritto come perfetto. Questa rappresentazione della realtà è falsa».

 

Continua a leggere l’intervista di Alessandro Da Rold su Lettera 43.

- Advertisement -spot_img

Talk For

F&NEWS