mercoledì, 04 Agosto 2021

Le macchine imparano a fare l’analisi letteraria

Da non perdere

IN “Dead Poets Society” (1989), John Keating, insegnante in un collegio americano degli anni ’50, interpretato da Robin Williams, disegna un grafico, la cui forma è dettata da un saggio immaginario intitolato “Understanding Poetry”. L’asse orizzontale misura la qualità tecnica di una poesia, l’asse verticale mostra la sua importanza e la combinazione dei due determina la sua grandezza. Dopo aver permesso ai suoi alunni di disegnare una simile tabella per Lord Byron e William Shakespeare, Keating definisce il saggio “un insieme di escrementi”, e ordina loro di strapparlo dalle loro antologie di poesia. “Questa è una battaglia, una guerra, e le vittime potrebbero essere i vostri cuori e le vostre anime”, dice. Ci sono “eserciti di accademici che vanno avanti nel misurare la poesia”, con scarso riguardo per la passione, la bellezza o il romanticismo.

 

Continua a leggere su The Economist.

- Advertisement -spot_img

Talk For

F&NEWS