domenica, 27 Novembre 2022

La tecnologia che riunisce le famiglie

Da non perdere

Ogni anno, tra gennaio e febbraio, centinaia di milioni di cinesi si mettono in viaggio verso casa per festeggiare il Capodanno Lunare, la più importante festività, l’unica volta l’anno in cui le famiglie sparse per il paese si riuniscono. Quest’anno il Capodanno è appena cominciato, il 16 febbraio, e si chiuderà il 21 febbraio.

La maggior parte dei cittadini cinesi che tornano a casa lo fanno in aereo, treno o auto ma non manca chi percorrerà centinaia di chilometri in scooter, pur di tornare a casa. Solo l’autorità ferroviaria cinese dice che trasporterà circa 390 milioni di passeggeri tra l’1 febbraio e il 12 marzo, mentre i numeri sono ancora più incredibili se si pensa che la media annuale di persone in viaggio supera i 3 miliardi di persone.

Con questi numeri non stupisce che i viaggiatori più deboli – chi è ammalato, chi soffre di disturbi mentali – siano più in pericolo degli altri e possano rientrare con facilità nel numero dei dispersi annuali, così come è successo a Liu Shu: un momento prima si stava facendo largo tra la folla alla stazione ferroviaria assieme a suo fratello e un attimo dopo si è trovato solo. Suo fratello, che soffre di una malattia mentale che non gli permette di parlare con nessuno, era scomparso, perso nel mare di lavoratori migranti che tornavano a casa per riunirsi con le proprie famiglie.

La maggior parte delle persone quando si separa dai propri cari, perdendosi in mezzo alla folla, tira subito fuori il cellulare e concorda con loro un punto di incontro. Ma il fratello di Liu non è come tutti gli altri. Non ha con sé un telefono, non ha soldi; e la sua malattia mentale è così grave che non riesce a ricordare il suo nome o comunicare con altre persone.

Il giovane Liu ha perlustrato la stazione ferroviaria e i suoi dintorni per ore, ha chiesto informazioni ad innumerevoli passanti e distribuito più di un centinaio di volantini con informazioni sul fratello scomparso, prima di fare finalmente la denuncia alla polizia.

Suo fratello è stato ritrovato solo tre giorni dopo, il 30 gennaio, in un ospedale, grazie ad un membro dello staff che si era imbattuto in un avviso di persone scomparse su Jinri Toutiao, l’aggregatore di notizie più popolare della Cina, la più grande app per cercare di scomparse. Grazie al servizio basato sulla posizione, la famiglia Liu giovedì sera è stata in grado di unirsi alla maggior parte degli 1,4 miliardi di cinesi che celebravano uno dei rituali più preziosi: la cena annuale della Riunione.

Con 120 milioni di utenti giornalieri attivi e utilizzando i suoi servizi basati sulla localizzazione per personalizzare i singoli feed di notizie, Jinri Toutiao ha aiutato a trovare 3.573 persone l’anno scorso. Una parte significativa di queste, erano anziani che soffrivano di Alzheimer.

“La chiave è sapere quando e dove sono scomparsi e inviare le informazioni alle persone giuste”, ha detto in un’intervista Zeng Hua, responsabile del progetto di allerta per le persone scomparse di Toutiao. “I modi tradizionali di condividere informazioni, come attaccare volantini su lampioni o trasmissioni via radio e televisione, possono essere difficili da raggiungere da chi potrebbe avere informazioni su dove trovare la persona scomparsa”, ha detto Zeng.

Toutiao invia agli utenti avvisi sulle app situate entro 10 chilometri da dove è stata effettuata l’ultima segnalazione di una persona scomparsa. Gli avvisi vengono inviati a più persone in un’area molto più ampia quando qualcuno è scomparso per un periodo di tempo più lungo, per tenere in conto la possibilità che la persona potrebbe essersi spostata. Nel caso di Liu, un buon samaritano ha contribuito a presentare al Toutiao, tramite un modulo online, i dettagli su suo fratello, tra cui una foto, il suo abbigliamento e l’ultimo posto in cui era stato visto. Il team di Toutiao quindi verifica l’invio e i dettagli prima di inviare la notifica. Il record per il minor tempo in cui una persona scomparsa è stata trovata dopo che l’avviso è stato inviato: 60 secondi.

Negli Stati Uniti, i siti di social media tra cui Facebook e Twitter, che sono bloccati in Cina, sono ampiamente utilizzati per aiutare a localizzare le persone scomparse. Un sistema di allerta per bambini scomparsi è stato introdotto da Facebook nel 2015 e la polizia in più di 12 paesi, tra cui Australia, Gran Bretagna e Malesia, sta attualmente utilizzando la piattaforma per inviare avvisi agli utenti che vivono nella stessa area del bambino scomparso.

Un numero crescente di app popolari in Cina come l’onnipresente WeChat di Tencent Holding e lo strumento di pagamento mobile di Alibay utilizzano tecnologie simili, ma l’obiettivo di Toutiao è aiutare a trovare gli anziani, anche se quest’anno sta espandendo il servizio per concentrarsi sulle persone non identificate negli ospedali.

Zeng, 36 anni, che era in precedenza direttore delle notizie social di Toutiao, ha detto che la chiave per localizzare una persona scomparsa usando Toutiao è quella di riportare le informazioni il prima possibile. I progetti di allerta per persone scomparse hanno perso il via nel febbraio 2016: “Inizialmente, abbiamo pubblicato questo tipo di informazioni solo come notizie sociali. Ma durante la Festa di Primavera del 2016 abbiamo inviato il nostro primo avviso in base alla posizione e le informazioni fornite da due utenti hanno aiutato a individuare un’anziana signora scomparsa”, ha detto Zeng, che lo ha definito un momento magico quando si è reso conto che l’app poteva fare molto di più che inviare informazioni. “Potremmo anche collegare coloro che hanno bisogno di aiuto con coloro che erano disposti a offrire una mano tramite le informazioni”, ha detto.

Quello che è iniziato come un progetto part-time per Zeng è ora cresciuto in un impegno a tempo pieno, con un team di 15 membri, inclusi quattro stagisti. In quel periodo sono state localizzate oltre 4.300 persone, per lo più affette da disturbi mentali e dal morbo di Alzheimer. Con 100 avvisi inviati da Toutiao, sono state trovate circa 14 persone.

Circa mezzo milione di anziani nel paese scompaiono ogni anno e, con l’invecchiamento della popolazione cinese, questi servizi potrebbero diventare essenziali.

 

Traduzione di Alessia Boragine

- Advertisement -spot_img

Talk For

F&NEWS