mercoledì, 04 Agosto 2021

La Casa Bianca dice che una nuova task force AI proteggerà i lavoratori e manterrà l’America al primo posto

Da non perdere

L’amministrazione Trump ha annunciato la creazione di una nuova task force che promuoverà un approccio America first all’Intelligenza Artificiale.

Il comitato ristretto sull’Intelligenza Artificiale, convocato sotto il Consiglio nazionale della scienza e della tecnologia, è stato annunciato da Michael Kratsios, vice assistente del presidente e vice capo dell’ufficio tecnologia, in un evento della Casa Bianca che ha riunito leader governativi, rappresentanti di numerose industrie e diversi esperti di intelligenza artificiale di primo piano.

L’incontro e il comitato ristretto segnalano che l’amministrazione prende sul serio l’impatto dell’Intelligenza Artificiale. Questo non è sempre stato evidente. Nei suoi discorsi elettorali, Trump ha suggerito di rilanciare le industrie che sono già state toccate dall’automazione. Il segretario al Tesoro, Steven Mnuchin, ha anche detto in precedenza che l’idea di robot e AI che sostituiscano il lavoro delle persone non era “nemmeno sul mio radar”.

Rispetto alle ingenti somme e alle audaci iniziative annunciate da altre nazioni, tuttavia, la nuova task force potrebbe anche sembrare un gesto relativamente piccolo per promuovere l’Intelligenza Artificiale e pianificare il suo impatto.

È anche difficile sottrarsi a certe contraddizioni nell’approccio dell’amministrazione all’AI. Il governo vuole che gli Stati Uniti capitalizzino sulla tecnologia e primeggino sulle altre nazioni, ma è riluttante a introdurre un piano generale o nuovi finanziamenti. L’amministrazione ha anche introdotto regole sull’immigrazione che rendono più difficile per gli esperti internazionali di AI lavorare negli Stati Uniti e ha annunciato il suo intento di controllare le ricerche collaborative. Gli esperti suggeriscono che una tale mossa avrà  il solo effetto di danneggiare la competitività della ricerca americana negli Stati Uniti stessi.

L’amministrazione sostiene che ha già messo in campo importanti iniziative per investire in tale ricerca e per prepararsi all’impatto della tecnologia sull’economia. In una serie di dichiarazioni, la Casa Bianca ha promosso iniziative come un aumento dei finanziamenti per la R & S dal 2015, la richiesta di budget che faccia. riferimento a sistemi AI autonomi e una politica aggiornata sui veicoli automatizzati.

Kratsios ha riconosciuto almeno che le perdite di posti di lavoro risultanti dall’AI sono ora una priorità per l’amministrazione. “In una certa misura lo spostamento di lavoro è inevitabile”, ha detto. “Ma non possiamo restare inattivi, sperando che alla fine il mercato lo risolva. Dobbiamo fare quello che gli americani hanno sempre fatto: adattarsi “.

Ha anche cercato di evidenziare la capacità dell’AI di ringiovanire parti dell’America che sono state disgregate dall’automazione. Ha menzionato le startup della robotica a Pittsburgh, in una zona chiamata Robotics Row. “Oggi c’è una rinascita. Le persone stanno trasformando le fabbriche una volta vuote nella culla del futuro industriale americano “, ha detto. “Ci sono dozzine di organizzazioni su Robotics Row che impiegano centinaia di persone: ingegneri, scienziati, contabili, amministratori”.

L’amministrazione sostiene che le misure già adottate aiuteranno i lavoratori toccati dall’automazione. Il presidente Trump aveva precedentemente emesso un ordine esecutivo che creava nuovi programmi di apprendistato come alternativa ai diplomi universitari. Trump ha anche firmato un memorandum che dà priorità all’educazione scientifica e tecnologica. Questi sono passi relativamente piccoli, tuttavia, e gli esperti dicono che non è chiaro quanto sia facile riqualificare i lavoratori spostati su lavori ad alta tecnologia.

Come altri governi hanno detto che faranno, Kratsios ha suggerito che il governo vorrebbe cercare di rendere pubblici più dati sui contribuenti in modo che gli stessi servizi possano essere alimentati con algoritmi AI. “Possiamo migliorare notevolmente la ricerca aprendo l’accesso ai vasti fondi del governo ai dati finanziati dai contribuenti in modi che non compromettano la privacy o la sicurezza”, ha affermato.

Ha aggiunto che il governo stesso sta investendo in AI. Ha fatto riferimento ad un programma pilota presso l’amministrazione dei servizi generali, progettato per ridurre la necessità di auditor federali, e ha osservato che il National Institutes of Health sta studiando come l’apprendimento automatico possa migliorare l’individuazione e il trattamento del cancro.

 

Leggi l’articolo in lingua originale su MIT Technology Review

Traduzione di Alessia Boragine

- Advertisement -spot_img

Talk For

F&NEWS