domenica, 29 Gennaio 2023

Intelligenza Artificiale, tutti ne parlano pochi la capiscono

Da non perdere

Uno dei temi di cui si è parlato, e si continuerà a parlare, di più è l’ambito di applicazione dell’intelligenza artificiale, un tema difficile con tante sfumature e complicato da affrontare in maniera esaustiva. La definizione stessa di AI è complessa. David Alayòn su Medium parla di AI debole, che permette ai computer di svolgere compiti semplici superando gli esseri umani, poi c’è l’AI forte, non ancora raggiunta e che mette robot e uomini alla pari. Ancora, possiamo riconoscere quattro livelli: quello delle reactive machines, che rispondono a uno stimolo esterno, quello della limited memory, che usa i big data per un lasso di tempo breve, il livello theory of mind, che imita i modelli mentali umani e non esiste ancora e infine c’è la self awareness che è pura fantascienza. In sostanza il livello a cui si è arrivati è quello del machine learning, un sistema che raccoglie una enorme quantità di dati, sviluppa modelli e fa previsioni.

L’AI SUMMIT

Molteplici sono i meeting in giro per il mondo dove si discute sui progressi raggiunti e ci si confronta sull’impatto che questa innovazione avrà non solo sul mondo del lavoro ma anche su questioni di carattere etico e normativo. Vishal Morde su Medium racconta di uno dei tanti appuntamenti in materia, l’AI Summit al Jacob Javits Center di New York, dove si incontrano addetti ai lavori ed esponenti dell’industria e della finanza. L’evento conta 3mila partecipanti, 300 relatori, 150 sessioni ed è giunto al suo terzo anno. Morde evidenzia alcuni aspetti dell’intelligenza artificiale. Innanzitutto alla base di questa tecnologia ci sono i dati, in altre parole l’AI è tanto più sviluppata quanto maggiori ed efficienti sono i dati che vengono utilizzati. Inoltre, prima si trattava di un ambito limitato a pochi che potevano permettersi di accedere a questa innovazione. Ormai invece con i fornitori di servizi cloud la platea di utilizzatori si è fatta sempre più ampia. Basti pensare a Google e al suo cloud computing che sviluppa la disciplina definita di Decision Intelligence. Proprio Google però non è vista di buon occhio da tutti. Sempre su Medium, l’esperto di robotica Guy Hoffman parte da un semplice esempio per mostrare le inaspettate conseguenze dell’utilizzo dell’intelligenza artificiale. Presto Google potrebbe completare le mail al nostro posto se inseriamo l’inizio di una frase. Quello che sembra una utile semplificazione però è in realtà un uniformità di comportamenti portata alle estreme conseguenze. Perché Google deve immaginare di sapere come vogliamo concludere una mail solo perché si basa sui dati raccolti di migliaia di utenti? L’essere umano è diventato davvero così prevedibile? Hoffman provocatoriamente scrive che molti si vantano di quanto l’intelligenza artificiale stia diventando simile all’uomo, mentre al contrario è quest’ultimo che si sta assimilando sempre più spesso ai robot. La sua posizione può essere condivisa o meno ma è innegabile l’aiuto che una tecnologia del genere può apportare a una serie di ambiti. Morde ad esempio ne cita uno spesso trascurato, quello finanziario. Sempre più spesso infatti l’AI può risultare utile per individuare frodi e per contrastare i cyber attacchi. Tuttavia non è raro vedere opinioni contrastanti sull’AI. Egli stesso ricorda lo scontro a distanza tra Elon Musk e Mark Zuckerberg, con il primo scettico e il secondo entusiasta sull’intelligenza artificiale. Risulta quindi evidente che parallelamente all’approfondimento sui progressi già raggiunti in merito, vanno affrontate questioni di carattere etico e giuridico non più rinviabili per definire e disciplinare un aspetto che già è entrato a far parte della nostra quotidianità.

 

di Giusy Russo

[dt_quote]Presto Google potrebbe completare le mail al nostro posto se inseriamo l’inizio di una frase. Quello che sembra una utile semplificazione però è in realtà un uniformità di comportamenti portata alle estreme conseguenze.[/dt_quote]
[dt_blog_masonry image_scale_animation_on_hover=”n” image_hover_bg_color=”n” bwb_columns=”desktop:1|h_tablet:1|v_tablet:1|phone:1″ dis_posts_total=”2″ content_alignment=”center” post_date=”n” post_category=”n” post_author=”n” post_comments=”n” post_content=”off” read_more_button=”off” category=”news”]

- Advertisement -spot_img

Talk For

F&NEWS