sabato, 27 Novembre 2021

Il Consiglio adotta le conclusioni sulla strategia per la cyber security

Da non perdere

Articolo di Ana Matos Neves, Euractive

Il Consiglio dell’Unione europea (UE), attualmente presieduto dal Portogallo, lunedì (22 marzo) ha adottato le conclusioni sulla strategia dell’UE in materia di sicurezza informatica, in particolare sulle reti mobili di quinta generazione (5G), finalizzata alla protezione dalle minacce informatiche.

In una dichiarazione, la struttura in cui sono rappresentati gli Stati membri ha riferito di aver adottato conclusioni sulla strategia europea di cibersicurezza per il decennio digitale, rilevando che questo quadro presentato lo scorso dicembre dalla Commissione e dall’Alto rappresentante per la politica estera, Josep Borrell, stabilisce definire il quadro d’azione dell’UE per proteggere i cittadini e le imprese dalle minacce informatiche, promuovere sistemi di informazione sicuri e proteggere un cyberspazio globale, aperto, libero e sicuro.

Le conclusioni sottolineano che la cibersicurezza è essenziale per costruire un’Europa resiliente, verde e digitale, ponendo l’autonomia strategica come obiettivo chiave preservando un’economia aperta, che include il rafforzamento della capacità di compiere scelte autonome nel settore della cibersicurezza per rafforzare il digitale dell’UE leadership e capacità strategiche, ha affermato il Consiglio nella nota.

Tra le misure previste in questa strategia vi è il completamento dell’attuazione delle misure del pacchetto di strumenti dell’UE e il proseguimento degli sforzi per garantire la sicurezza delle reti 5G e delle future generazioni di reti.

Allo stesso tempo, è prevista la definizione di un’unità informatica comune che fornirebbe un chiaro focus al quadro dell’UE per la gestione delle crisi in materia di sicurezza informatica e l’attuazione di una rete di centri operativi di sicurezza in tutta l’Unione per monitorare e anticipare i segnali di attacchi alla rete.

La strategia stabilisce inoltre la necessità di uno sforzo congiunto per accelerare l’adozione di standard chiave per la sicurezza di Internet e sostenere lo sviluppo di una crittografia avanzata come mezzo per proteggere i diritti fondamentali e la sicurezza digitale.

Nella nota, il Consiglio ha incoraggiato la Commissione e l’Alto rappresentante a stabilire un piano di attuazione dettagliato con informazioni concrete sulle misure da attuare nei prossimi anni.

Il Consiglio monitorerà anche i progressi nell’attuazione delle conclusioni attraverso un piano d’azione che sarà regolarmente riesaminato e aggiornato, aggiunge il quadro.

Previous articleDal cuore della terra
Next articleIl Respiro del Re
- Advertisement -spot_img

Talk For

F&NEWS