martedì, 22 Giugno 2021

Empowerment contro la disinformazione

Da non perdere

Sicuri?

 

Empowerment è la parola d’ordine. Lo diciamo da un pezzo: il problema della disinformazione (per favore, non parliamo di “fake news”) non avrà mai una soluzione. Quel che possiamo fare — noi addetti ai lavori — è fornire un’alternativa “sana” a quei pochi (ci sono, ci sono) che ancora approfondiscono i fatti.

Troppo facile, sarebbe infatti una legge che scivoli nella censura e che scarichi le responsabilità sui privati, sui regolatori e sulla politica. Quel poco che si può fare lo devono fare gli stessi media: quelli capaci si impegnino a spiegare (più che smascherare) le “fake news” (non le bufale); i network di disinformazione (Stroppa, Iacoboni e co.) e allertino invece la politica che deve rispondere (lo ripetiamo per l’ennesima volta) con le politiche (“policies” direbbero gli inglesi).

 

Continua a leggere su Mediabias.

- Advertisement -spot_img

Talk For

F&NEWS