venerdì, 25 Giugno 2021

40 milioni di sterline per dare il via alla tecnologia nucleare di nuova generazione

Da non perdere

Articolo di GOV.UK

Traduzione di Carlo Minopoli

Il governo britannico ha annunciato un investimento di 40 milioni di sterline per sbloccare migliaia di posti di lavoro green, sviluppando la prossima generazione di tecnologia per l’energia nucleare.

Parte di questo finanziamento supporterà 3 progetti Advanced Modular Reactor (AMR), che sono molto più piccoli rispetto alle centrali nucleari tradizionali e usano un intenso calore generato nelle reazioni nucleari per produrre elettricità a zero emissioni di carbonio. Possono essere utilizzati in luoghi remoti grazie alle loro dimensioni e possono produrre energia sufficiente per alimentare qualsiasi cosa, da un piccolo villaggio a una città di medie dimensioni.

30 milioni di finanziamenti accelereranno lo sviluppo di 3 progetti AMR nell’Oxfordshire, nel Cheshire e nel Lancashire e li spingeranno verso la fornitura di energia a zero emissioni di carbonio alla nazione. I restanti 10 milioni saranno investiti nello sblocco di piccoli progetti di ricerca, progettazione e produzione per creare fino a 200 posti di lavoro.

Il ministro del Commercio e dell’industria, Nadhim Zahawi, ha dichiarato: “I reattori modulari avanzati sono il prossimo passo per l’energia nucleare e hanno il potenziale per essere una parte cruciale nella lotta alle emissioni di carbonio e ai cambiamenti climatici.”

Il finanziamento odierno garantirà alla tecnologia un’importante vetrina per gli investitori del settore privato, potenziando lo sviluppo del settore e creando catene di approvvigionamento che alimentano i futuri sviluppi dei reattori modulari. I progetti di successo di AMR, assegnati a 10 milioni ciascuno, sono:

  • Tokamak Energy, Oxfordshire – dove si collabora con partner industriali e istituti di ricerca tra cui l’Università di Oxford per sviluppare reattori a fusione
  • Westinghouse, Lancashire – dove si progetta lo sviluppo di un reattore veloce raffreddato a piombo, un tipo di reattore a fissione.
  • U-Battery, Cheshire – dove si sta lavorando su un piccolo reattore a fissione raffreddato a gas ad alta temperatura.

Oltre a finanziare i progetti AMR, il governo investirà ulteriori 10 milioni in sovralimentazione del settore: 5 milioni di questi saranno investiti in società e start-up britanniche, sviluppando nuovi modi di produrre componenti nucleari avanzati per progetti di reattori modulari sia in patria che all’estero. I progetti regionali che hanno finora ottenuto finanziamenti comprendono:

Cheshire

  • Batteria a U, sviluppo di concetti e dimostratore per la costruzione modulare off-site AMR U-Battery a Capenhurst: £ 1,1 milioni
  • Jacobs, Tecnologie di valutazione per la qualificazione di produzione avanzata a Warrington: £ 181.431

Yorkshire

  • Laser Additive Solutions, SonicSMR, a Doncaster: £ 826.633
  • Cavendish Nuclear, AWESIM a Sheffield: £ 1,3 milioni
  • Forgiatori di Sheffield, saldatura a fascio di elettroni a sezione spessa su larga scala: £ 8 milioni

Derbyshire

  • Sottomarini Rolls-Royce, SAS a Derby: £ 259.989
  • Sottomarini Rolls-Royce, VELOCE nel Derby: £ 1,4 milioni
  • Componenti per l’energia nucleare, PITCO2C, nella Hope Valley a Bradwell: £ 378.000

Cumbria

Createc Technologies, MW-CT a Whitehaven: £ 314.595

Merseyside

Cammell Laird, FEDE nel Wirral: £ 5,1 milioni

Gloucestershire

EDF Energy, a Gloucester, 1.373.095 £

I restanti 5 milioni di sterline saranno destinati al rafforzamento del regime di regolamentazione nucleare del Regno Unito, garantendo che rimanga uno dei più solidi e sicuri al mondo.

Ricerche recenti hanno dimostrato che l’intera industria nucleare del Regno Unito potrebbe contribuire all’economia con 9,6 miliardi di sterline all’anno e sostenere 130.000 posti di lavoro entro il 2050, oltre a creare un potenziale di esportazione significativo per la tecnologia AMR. Gli AMR offrono anche la possibilità di diversificare il mix energetico a basse emissioni di carbonio del Regno Unito.

Una parte significativa della ricerca nucleare del Regno Unito si svolge in una fascia che va dalla Cumbria al Galles del Nord, una regione che potrebbe essere destinata a beneficiare dell’enorme potenziale dell’industria nucleare per la creazione di posti di lavoro, in parte grazie a questo investimento.

L’esatto finanziamento dei progetti Advanced Modular Reactor si suddivide in:

  • Tokamak Energy Ltd, Advanced Modular Fusion – The Sferical –
  • Tokamak, £ 9.999.999
  • Urenco Ltd, U-Battery, £ 9.999.195
  • Westinghouse Electric Company UK, una soluzione nucleare
  • innovativa basata sulla tecnologia Lead Fast Reactor, £ 9.998.387

Il finanziamento di 5 milioni di sterline fornito ai regolatori nucleari del Regno Unito consentirà loro di continuare a impegnarsi con tutte le parti interessate per far progredire la valutazione normativa futura al passo con la tecnologia.

- Advertisement -spot_img

Talk For

F&NEWS