Roma, 6 febbraio 2018. In che modo l’innovazione digitale sta rivoluzionando i processi di fabbrica? L’automazione, unita allo sviluppo dell’intelligenza artificiale, porterà davvero alla sostituzione totale del lavoro umano? O, piuttosto, integrerà le attività dell’uomo, rendendo il lavoro più efficiente, e creando nuova occupazione? E a che punto è l’Italia? Dall’introduzione di Giorgio Ventre, ordinario di Sistemi di Elaborazione delle Informazioni alla Federico II di Napoli, e di Marco Bentivogli, segretario nazionale FIM-CISL, un’intensa discussione coordinata da Francesco Nicodemo, cui hanno preso parte aziende del settore, esperti, studiosi, soci di FOR, rappresentanti di categorie ed istituzioni: concordi nella necessità di superare la tecno-fobia che domina il dibattito pubblico, e di dotarsi di un’intelligente governance dei processi, perché la trasformazione digitale prenda una strada in grado di tenere, al centro di tutto, l’essere umano e le sue interazioni.

 

Gli interventi, le parole chiave, gli hashtag, le proposte e le immagini dal nostro live


Apre Giorgio Ventre


L’introduzione di Marco Bentivogli


Inizia la discussione, con l’intervento di Stefano Mecchia


Felicia Pelagalli


Luigi Covatta


Franco De Benedetti


Umberto Minopoli


Gianfranco Borghini


Stefano Sacchi


Giovanna Melandri


Paolo Di Bartolomei


Mauro Biagioli


Paola Liberace


Vincenzo Manfredi


Raffaello Sernicola


Fabio Pompei


Michelangelo Suigo


Patrizia Feletig


Le conclusioni


E la discussione continua, come anche l’impegno a confrontarsi, a mettere insieme esperienze e visioni, per produrre idee utili a cambiare prospettiva sull’innovazione.


Al prossimo Workshop FOR!